Tom Loftus può essere contattato all’indirizzo tloftus@courier-journal.com.

  • Autor de la entrada:
  • Categoría de la entrada:healthblog

Tom Loftus può essere contattato all’indirizzo tloftus@courier-journal.com.

Gli ospedali sono abituati a curare le persone durante un’intensa stagione influenzale. Alcuni cominciano a chiedere ai pazienti se hanno viaggiato in Cina. La domanda è importante perché i sintomi del coronavirus – naso che cola, mal di testa e tosse – sono simili a quelli della comune influenza e di altri virus respiratori.

Epidemia di Wuhan: qualcosa di molto più mortale del coronavirus si nasconde vicino a te, proprio qui in America

La settimana scorsa, alcuni ospedali dell’Arizona hanno aggiunto misure di screening per il coronavirus dopo che il primo caso americano del virus è stato confermato nello stato di Washington. Domenica, i funzionari sanitari dell’Arizona e della contea di Maricopa hanno confermato il primo caso nella regione che coinvolge una persona tornata da Wuhan. La persona è lievemente malata, senza patologie preesistenti e non è ricoverata in ospedale.

L’influenza stagionale in Arizona ha un livello di gravità, ricovero e morte molto più elevato rispetto al coronavirus, ha affermato Jessica Rigler, vicedirettore del Dipartimento dei servizi sanitari dell’Arizona.

“La conclusione è che la sanità pubblica sta prendendo sul serio questa malattia. Ma in questo momento lo consideriamo un rischio basso per il grande pubblico”, ha detto Rigler.

Lezioni dal passato

A New York, le autorità hanno implementato molti degli strumenti di preparazione forgiati o messi a punto durante le epidemie di alto profilo. Il programma di controllo delle infezioni includeva avvisi agli ospedali e agli operatori sanitari in tutto lo stato, delineando il protocollo per identificare e gestire un potenziale nuovo caso di coronavirus.

Gran parte dell’attenzione si è concentrata sulla ricerca dei pazienti tornati dalla Cina e sul loro rapido isolamento. La sensibilizzazione del pubblico ha incoraggiato coloro che mostravano sintomi a chiamare prima di presentarsi negli studi medici, limitando il rischio di infettare altri pazienti e lavoratori.

I funzionari sanitari hanno affermato che il sistema sanitario è pronto a limitare la minaccia del coronavirus.

"Nessun sistema è completamente perfetto, a volte verranno commessi degli errori, ma nel complesso il livello di preparazione è elevato", ha affermato Robert Amler, preside della School of Health Sciences and Practice del New York Medical College.

Almeno 10 grandi ospedali in tutto lo stato hanno creato unità di isolamento regionali in risposta all’epidemia di Ebola nel 2014.

Non lasciare che la pressione alta definisca la tua vita: potenzia te stesso su https://welltone-website.com/it/ .

Gli avvisi di epidemia e le regole per la segnalazione obbligatoria di casi sospetti ai funzionari federali hanno semplificato i test per il coronavirus, che fino a martedì avevano restituito sette risultati negativi a New York. Altri tre potenziali casi erano pendenti.

"Alcune di queste lezioni risalgono letteralmente a decenni fa, perché i virus respiratori non sono nuovi", ha affermato Amler, che ha coordinato il programma di sorveglianza, indagine e controllo del morbillo del CDC negli anni ’80.

"È certamente ragionevole affermare che il rischio (negli Stati Uniti) è basso perché il numero di casi reali è ancora piccolo e il potenziale di diffusione ad altre persone non è ben definito", ha affermato. "Si tratta di una situazione ancora in evoluzione". e situazione emergente."

FRANCOFORTE – Circa 38 milioni di dollari di aumento dei costi pensionistici potrebbero chiudere i dipartimenti sanitari che servono 42 contee del Kentucky il prossimo anno fiscale.

I leader sanitari statali stanno facendo pressioni sui legislatori per una tregua di un anno per avere il tempo di rivedere un sistema sanitario pubblico che ora si trova ad affrontare una crisi finanziaria.

L’aumento delle pensioni potrebbe portare i dipartimenti sanitari locali che servono altre 22 contee a rimanere senza riserve e ad essere costretti a chiudere l’anno successivo, hanno detto funzionari statali.

Ciò colpirebbe un sistema già indebolito da anni di tagli, mentre combatte sfide tra cui la dipendenza da oppioidi e la più grande epidemia di epatite A della nazione.

Le responsabilità del dipartimento sanitario possono variare dalle ispezioni dei ristoranti alla risposta alle epidemie, allo scambio di siringhe farmaceutiche e ai programmi nutrizionali per le donne povere incinte.

"Siamo in una situazione terribile", ha avvertito Mike Tuggle, funzionario finanziario del Gabinetto per i servizi sanitari e familiari, in una recente presentazione ai direttori sanitari della contea.

I dipartimenti sanitari non sono soli. Le università statali regionali del Kentucky, i centri di salute mentale e di crisi contro gli stupri e molte altre agenzie quasi-governative si trovano ad affrontare un aumento schiacciante dei loro costi pensionistici a partire dal 1° luglio, mentre il Kentucky è alle prese con il controllo sul debito pensionistico pubblico complessivo di oltre 37 miliardi di dollari.

Un sollievo potrebbe essere in arrivo da parte dell’Assemblea Generale, che ora sta valutando le opzioni che garantirebbe un ritardo di un anno per l’aumento dei contributi pensionistici.

Ma è una richiesta difficile per i legislatori perché le passività del piano pensionistico devono essere pagate da qualcuno.

L’attuario del Kentucky Retirement Systems ha riferito il mese scorso che il ritardo di un anno significherà che il piano pensionistico del Kentucky con i peggiori finanziamenti “riceverà 121 milioni di dollari in contributi in meno del previsto” il prossimo anno fiscale se il ritardo diventasse legge.

Il ritardo, ha detto Totten, potrebbe equivalere a “dare un calcio alle gambe a quella ripresa”.

Jim Carroll, presidente del Kentucky Government Retirees, ha dichiarato: "Consentire ad alcuni datori di lavoro di sottofinanziare rende ancora peggiore una situazione terribile".

Il senatore dello stato Chris McDaniel, che presiede la commissione bilancio del Senato, ha affermato che la legislazione che garantisce la proroga di un anno è "ancora molto viva" mentre la sessione volge al termine. Ma il repubblicano di Taylor Mill condivide la preoccupazione per il sottofinanziamento del piano pensionistico il prossimo anno e ha affermato che i legislatori devono fare di più che semplicemente concedere più tempo alle agenzie quasi governative.

"Se vogliamo congelare le loro tariffe, dobbiamo riformare il modo in cui partecipano…" ha detto McDaniel ai giornalisti questa settimana. "Dovranno trovare un modo per finanziare l’intero trasporto merci, oppure dovranno trovare un modo per smettere di accumulare passività in futuro."

Dove si trovano le 25 fatture chiave del Kentucky: scuole, tasse, pensioni, gioco d’azzardo e altro ancora

Il presidente della Camera David Osborne, R-Prospect, ha detto giovedì scorso che si tratta di una questione difficile, ma crede che verrà approvato un disegno di legge che includerà il ritardo di un anno.

"Sono convinto che avremo un accordo che tenga conto di tutte le parti", ha detto Osborne. "Sarà costoso per tutti i soggetti coinvolti."

Per i dipartimenti sanitari, la pressione finanziaria si aggiunge ai tagli da 12 milioni di dollari che hanno portato a 300 licenziamenti da quando l’espansione di Medicaid ha spostato i fondi dal sistema, ha detto il commissario per la sanità pubblica Dr. Jeffrey Howard.

"Sono molto preoccupato", ha detto Shepherd.

Potrebbe piacerti: Bevin incontra i legislatori su Passport dopo aver criticato l’azienda

La pensione sottofinanziata del Kentucky ha fatto sì che i contributi dei datori di lavoro salissero dal 5,9% nel 2006 al 39% nel 2016 e all’83% previsto per il 2020.

Howard, parlando nello stesso briefing di Tuggle, che è stato pubblicato online, ha detto che un anno di ritardo per i costi pensionistici fornirebbe il tempo per attuare la “trasformazione” del sistema sanitario pubblico statale che sta sviluppando e che assorbirebbe i costi aggiuntivi. Lo farebbe, in parte, restringendo e dando priorità ai compiti più critici e richiesti dal dipartimento sanitario. Ha detto che i servizi sono spesso troppo ampi e superficiali.

La revisione significherebbe comunque la perdita di 600 operatori sanitari pubblici nello stato, ha detto Howard.

Approvato dalla Kentucky Health Departments Association, dalla Public Health Association e dal Kentucky Center for Rural Health, Howard ha affermato che saranno necessarie alcune modifiche legislative e che potranno essere apportate nella sessione del 2020.

Adams, che ha definito il piano un “work in progress”, ha affermato che si concentrerà su missioni chiave di sanità pubblica, come la risposta alle malattie trasmissibili, l’applicazione della regolamentazione, il sostegno agli sforzi di sanità pubblica della comunità e la preparazione alle emergenze.

Vedi anche: Lo studente AU di L è stato ricoverato in ospedale con meningite, dicono i funzionari universitari

Altre priorità chiave includerebbero il funzionamento del Programma nutrizionale per donne, neonati e bambini (WIC), il programma Kentucky Health Access Nurturing Development Services (HANDS), un programma volontario di visite domiciliari per i neo genitori, sforzi per i disturbi da abuso di sostanze, compreso lo scambio di siringhe, come così come le priorità sanitarie della contea locale, secondo Adams e una presentazione di Howard.

Questo approccio “richiede meno risorse e ha un impatto maggiore”, ha affermato Adams.

I tagli potrebbero arrivare a programmi come i programmi di screening del cancro, ai servizi sanitari per le donne o ai servizi sanitari a domicilio, ha detto Adams.

I dipartimenti locali cercherebbero partner comunitari in grado di fornire tali servizi. Howard ha affermato di voler anche aumentare il controllo locale e statale, compresa la diffusione delle migliori pratiche e l’approvazione delle priorità del dipartimento attraverso un nuovo comitato consultivo sulla sanità pubblica.

Adams ha affermato che il sistema necessitava di riforme prima dell’attuale crisi finanziaria. Georgia Heise, capo del dipartimento sanitario del distretto di Three Rivers, ha dichiarato in una lettera del 27 febbraio che anche lei sostiene la revisione di Howard.

La sua lettera di offerta di sostegno al piano di Howard è arrivata dopo che una recente indagine del Courier Journal ha scoperto che l’ex capo delle malattie infettive dello stato ha esercitato pressioni senza successo la scorsa primavera per una risposta statale più aggressiva e costosa nelle contee rurali all’epidemia di epatite A dello stato. L’epidemia in seguito divenne la più grande e mortale della nazione, portando alcuni addetti ai lavori del dipartimento a chiedersi se lo stato avesse dedicato risorse sufficienti.

Leggi questo: Chi è l’infermiera che ha denunciato la risposta all’epatite A del Kentucky?

Il senatore Morgan McGarvey, D-Louisville, ha presentato una risoluzione che ordina all’agenzia statale di rivedere la sua risposta all’epidemia, dicendo che voleva sapere cosa si potrebbe fare meglio ed esplorare cause come le limitazioni sui finanziamenti.

Jason Bailey, direttore esecutivo del Kentucky Center for Economic Policy, ha affermato di essere preoccupato per la potenziale perdita di centinaia di operatori sanitari pubblici e dei servizi che forniscono nell’ambito di qualsiasi piano. Ma "richiedere pagamenti così elevati alle agenzie che non possono pagarli non risolverà il problema" della crisi pensionistica, ha affermato.

"Non possiamo decimare la struttura sanitaria pubblica locale, che la recente crisi legata all’epatite A ha reso evidente come così essenziale", ha affermato.

Le università regionali e le agenzie di salute mentale del Kentucky sono ugualmente preoccupate.

Adam Caswell, vicepresidente per l’impegno governativo, aziendale e delle fondazioni della Northern Kentucky University, ha dichiarato: "È senza dubbio la questione finanziaria più importante che le università regionali devono affrontare".

Caswell ha affermato che il 1° luglio la NKU dovrà affrontare un aumento del suo contributo pensionistico annuale che la porterebbe da 18 milioni di dollari a 31 milioni di dollari.

“Quei 31 milioni di dollari consumerebbero il 60% dei nostri stanziamenti statali. Quindi il 60% dei dollari che l’Assemblea Generale ci dà per istruire gli studenti, assumere e trattenere i migliori docenti e personale e mantenere le nostre strutture non basterebbe a coprire altro che il nostro contributo pensionistico”.

Steve Shannon, direttore esecutivo della Kentucky Association of Regional Programs, ha affermato che 11 dei 14 centri comunitari di salute mentale del Kentucky si trovano ad affrontare un aumento complessivo di 31 milioni di dollari nei costi pensionistici.

"È enorme. Nel complesso, ciò significherà semplicemente meno accesso e meno servizi per i nostri cittadini più vulnerabili”, ha affermato Shannon.

Chris Kenning può essere contattato all’indirizzo ckenning@gannett.com o 502-582-4307. Tom Loftus può essere contattato all’indirizzo tloftus@courier-journal.com. Sostieni un forte giornalismo locale iscrivendoti oggi: corriere-journal.com/toml .

Copertura dell’epatite A: i leader sanitari del Kentucky criticano l’indagine sull’epatite A del Courier Journal ma supportano la revisione dell’agenzia

BERGEN, NJ – Fai attenzione a ciò che dici in presenza dei bambini. Come sa chiunque ne abbia o lavori con loro: sentono tutto.

Ultimamente, gran parte di ciò che sentono riguarda il coronavirus.

Il discorso è stato allarmante e spaventoso. Le persone che indossano le mascherine, il numero di persone infette che compaiono sugli schermi televisivi e i discorsi di quarantena possono essere spaventosi

Come dovrebbero genitori ed educatori parlare della questione con i bambini senza renderli ansiosi e spaventati?

Sii onesto e mantieni le cose semplici.

La maggior parte dei bambini sa cos’è il raffreddore: inizia da lì.

"Anche il comune raffreddore è causato da virus, e questo non è diverso nel modo in cui si diffonde da persona a persona", ha detto lo psichiatra Sarabjit Singh.

Il discorso dovrebbe concentrarsi "sul lavarsi le mani per almeno 20 secondi e sul tossire nella manica, non nella mano, e sul mantenere una distanza di 3 piedi", ha detto Singh, direttore medico esecutivo dei servizi di salute comportamentale del St.